Premessa
La Legge 107/2015 di Riforma del sistema nazionale d’istruzione e formazione ha ridefinito sostanzialmente la durata e le competenze riguardo all’iter di stesura e approvazione del POF, modificando quando previsto dalla normativa precedente (DPR275/1999.)

 La legge 107/2005 attribuisce al Collegio dei Docenti la funzione di elaborazione del Piano dell’Offerta formativa sulla base però “degli indirizzi per le attività della scuola e delle scelte di gestione e di amministrazione definiti dal Dirigente scolastico” (legge 107/2005 art.1 – comma 14), anziché degli indirizzi del Consiglio di Istituto. Il piano è approvato dal Consiglio di Istituto e può essere rivisto annualmente.

Il Piano dell’Offerta Formativa è “il documento fondamentale costitutivo dell’identità culturale e progettuale delle istituzioni scolastiche” (DPR 275/1999 art. 3) ed è pertanto basilare che:

  • realizzi l’unitarietà dell’Istituto Comprensivo di Zoppola e ne definisca le linee progettuali;
  • le attività curricolari ed extra-curricolari previste non siano una somma di proposte, ma si inseriscano in un quadro unitario, coerente e organico;
  • si preveda un’offerta formativa che tenga conto della ciclicità triennale del POF;
  • richiami i capisaldi dell’azione formativa dell’I.C. di Zoppola:
  1. Inclusività, Intercultura e prevenzione della dispersione scolastica;
  2. Valorizzazione e potenziamento delle competenze linguistiche;
  3. Valorizzazione e potenziamento dei linguaggi logico-matematici;
  4. Valorizzazione e potenziamento delle lingue straniere;
  5. Valorizzazione dei linguaggi artistici e musicali;
  6. Incremento delle nuove tecnologie;
  7. Sviluppo delle competenze chiave europee;
  8. Educazione socio-affettivo-relazionale